VALERIO DE ANGELIS CHI È?

Orte VT, 28 agosto 1958 (Sant’Agostino)

 

Gli apprezzabili riconoscimenti scolastici, confermati dagli incarichi nel periodo di ferma nei Carabinieri, mi convinsero ad indirizzare ogni sforzo per avviare un’alternativa per i Giovani Meritevoli che non posseggono beni da offrire in garanzia alle banche per autofinanziarsi.

Ciò avvenne molto prima della nascita del “prestito d’onore”

Dal 1982 svolgo un’attività nel campo pubblicitario: ad essa arrivai dopo essermi licenziato da un apparato pubblico poco premiante, passando però prima per un’innovativa idea, basata su convenzioni fra esercizi commerciali e loro clienti, organizzata l’anno precedente nel Viterbese.

Quell’idea, sospesa per mancanza di fondi oltre che per l’oggettiva inesperienza (avevo solo 23 anni!) nel ‘92, portata ad un concorso nazionale vinse un lauto premio in denaro e m’innescò il desiderio di rivincita espresso all’inizio, quando l’editore che, bandito, aveva il concorso, iniziò a sfruttarla in autonomia, dopo averla opportunamente modificata.

Nel ‘94, incoraggiato dal direttore della Camera di commercio di Viterbo e dalla ventata di ottimismo che pervadeva gli animi della “classe imprenditoriale”, per via della storica “scesa in campo”, misi in stand-by la mia attività professionale e mi dedicai completamente alla missione che tuttora considero nobile: aprire una strada al Merito Giovanile senza soldi per intraprendere.

Era nato il Progetto Mix-AGE

Il compito che mi sono “impartito” è dare un chance a quanti, giovanissimi, hanno le mie medesime possibilità di partenza (ossia Zero assoluto in tutto ed una famiglia avversa) dimostrando come è possibile reperire, seguendo il mio metodo, fino a 300mila Euro in varie banche e senza garanzie.

Nel 1996 a ridosso delle elezioni politiche, tentai di richiamare l’attenzione di quelli che stavano per diventare i nuovi governanti, correndo a piedi, all’indietro, per 108 chilometri, da Terni (dove nel frattempo mi ero trasferito) fino al Quirinale, recando con me il mio Progetto Mix-AGE.

Nel ’99, dopo che l’amministratore delegato di Sviluppo Italia (e del prestito d’onore) strinse con me l’accordo di collaborazione iniziai un rapporto con un' Emanazione del Ministero del Tesoro.

Nel 2001 mi venne restituita la paternità del Progetto ceduto “ab origine” a tale Emanazione, ceduto ad essa due anni prima poiché disponeva di risorse opportune per avviare l'iniziativa da me ideata, oltre che la necessaria autorevolezza per renderla credibile. Tale Emanazione, infatti, era divenuta Fondazione con, in dote, anche l’Alto patrocinio della Presidenza della Repubblica.

Navigando nel presente sito, chiunque si accorgerà che lo Stato in cui viviamo, tra i più evoluti del mondo e patria di mecenati, è assolutamente sordo ed assente nei confronti di una risorsa innovativa, basata esclusivamente sul Merito e che è avulsa da ogni provvidenza pubblica, eccezion fatta per i limitati costi d’avviamento.

Il motivo per cui non intendo desistere in questa missione, è anche perché nel 2002 è nato il mio primogenito Andrea. A lui (oltre che a mie defunti genitori e a mons. Giovanni Zanellato che tanto mi aiutò in vita per lanciare il Progetto Mix-AGE) dedico il presente sito: il mio desiderio è che la generazione, cui mio figlio appartiene, ne possa usufruire.

Valerio De Angelis